Altri articoli disponibili su futuracoopsociale.it
News & eventi
Condividi Stampa

Giovy@Work: «Questo non è un parcheggio per disabili»

Articolo di Francesca Benvenuto in Generale - 21 Aprile 2021

«Una cooperativa sociale non è un parcheggio per disabili, per lavorare serve comunque tanta voglia di fare»: mi chiamo Giovanna De Caro, web editor di Futura Onlus (San Vito al Tagliamento, Pn) e questa è la rubrica in cui racconto come internet ha cambiato la mia vita.
Se vuoi parlare con me scrivimi a editoria@futuracoopsociale.it

Perché lavoro in una cooperativa sociale come Futura?
Troppo spesso, purtroppo, si pensa che l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate nelle cooperative sociali sia esclusivamente un parcheggio e che questi luoghi percepiscano delle sovvenzioni per poter tirar avanti. Nella realtà non è così: le cooperative sociali sono delle vere e proprie aziende, come tutte le altre, l’unico aspetto in più è la componente sociale. Per lavorare, infatti, serve sempre e comunque la voglia di lavorare.

Ed è proprio questo che mi ha portato a lavorare a Futura: più il bisogno di fare e di partecipare, che il limite dato dalla mia “diversità” fisica.
– Giovanna De Caro, redattrice web

Ed è proprio questo che mi ha portato a lavorare a Futura: più il bisogno di fare e di partecipare, che il limite dato dalla mia “diversità” fisica. Sono arrivata qui nel 2000 grazie a un borsa lavoro – un tirocinio lavorativo sostenuto economicamente dall’Azienda Sanitaria – che percepisco tutt’ora. Negli anni sono diventata anche socia della cooperativa e mi sento partecipe di questo grande progetto perché, proprio come tutti, anch’io contribuisco all’andamento economico della nostra impresa.

Fin dall’inizio ho sempre lavorato nel reparto di grafica e stampa della cooperativa che oggi si trova all’interno di Futura Factory, il polo di lavoro inclusivo per persone con disabilità e svantaggio della zona industriale Ponte Rosso. Mi sono occupata di alcune attività di gestione dei siti web commissionati alla cooperativa, dei nostri profili sui social network e di alcune fasi di aggiornamento e indicizzazione del nostro e-commerce Geneticamente Diverso, il portale dei Regali Solidali. Credo fortemente nell’idea di questo sito ovvero quella di far emergere una professionalità e un valore sociale che sono nascosti alla vista, ma che hanno dentro una grandissima spinta all’innovazione e a un futuro migliore. Per tutti.

Credo fortemente nell’idea del nostro sito Geneticamente Diverso, ovvero quella di far emergere una professionalità e un valore sociale che sono nascosti alla vista, ma che hanno dentro una grandissima spinta all’innovazione e a un futuro migliore. Per tutti.
– Giovanna De Caro, redattrice web

Leggi le altre puntate delle rubrica Giovy@Work:
«Ho una casa tutta mia e la gestisco con lo smartphone»
«Internet è la mia quotidianità»
«Con Whatsapp sono più vicina agli altri di quello che avrei mai potuto sperare»
– «Il web aspetta solo la mia passione»


Vuoi dare una mano?
Futura è un luogo di solidarietà al servizio della nostra comunità. Tutti possono aiutare e dare una mano alle persone più fragili. Per fare qualcosa puoi fare shopping sul nostro sito dei regali solidali oppure fare una donazione a favore dei percorsi di inclusione sociale. Se sei un’azienda, puoi anche scegliere di affidare un lavoro alla nostra Fabbrica Solidale. Dona ora: con il tuo contributo nessuno sarà più escluso!

Ti è piaciuto l’articolo? Condividi

Stop alla plastica: arrivano gli erogatori ..

Scopri di più

#illavorodieducare Dario Senes: «Abbiamo il ..

Scopri di più

La ricerca su Morsano: «Grandi risorse, ma ..

Scopri di più

Futura Factory: 5×1000 per acquistare 8 ..

Scopri di più
Seguici sui social
POR FESR 2014 2020
ATTIVITÀ 1.2a 1 – DECRETO DI CONCESSIONE N.2064/PROTUR DEL 18/06/2018
PROGETTO: GENETICAMENTE DIVERSO: PROCESSO DI INNOVAZIONE SOCIALE SOSTENIBILE
FINALITÀ: implementazione e sperimentazione di modelli di servizi e lavoro inclusivo in risposta all’emergere dei bisogni del territorio. RISULTATI: migliorare gli attuali servizi offerti; ampliare i mercati di riferimento con un’offerta resa più competitiva da una riduzione dei costi di gestione e di produzione e dall’efficentamento del servizio offerto.
SPESA AMMESSA: € 184.543,22
CONTRIBUTO CONCESSO:€ 73.817,29