Altri articoli disponibili su futuracoopsociale.it
News & eventi
Condividi Stampa

Giornata mondiale del Dono per la Palestra Post-Trauma

Articolo di Francesca Benvenuto in Cooperativa e territorio - 24 Novembre 2021

Martedì 30 novembre è il Giving Tuesday, la giornata mondiale del dono. Futura dedica l’iniziativa alla raccolta fondi per la costruzione della Palestra Post-Truma, il cuore di un percorso di riabilitazione per persone che vivono con le conseguenze di ictus, infarti, incidenti e traumi importanti. SOMSI ha ha già donato per l’acquisto di attrezzature. 

Chiedi informazioni | Scopri come fare una donazione | Dona ora con PayPal 

Un giorno per fare la differenza: è questo lo slogan con cui martedì 30 novembre si celebrerà la giornata mondiale del dono. Per il secondo anno anche Futura parteciperà all’iniziativa lanciando una raccolta fondi per la realizzazione della Palestra Post-Trauma, uno degli elementi più caratterizzanti del percorso Post-Trauma pensato per offrire una risposta ai bisogni delle persone che vivono con le conseguenze di incidenti, ictus, infarti, tumori, ecc.

Per donare per la Palestra Post-Trauma:
puoi venire nella nostra sede di Via Pescopagano a San Vito al T., oppure fai un bonifico bancario o ancora dona con PayPal scegliendo Progetto PostTrauma. E ricordati che puoi scaricare la donazione dalle tue tasse!

Il Giving Tuesday si festeggia ogni anno, il primo martedì dopo il Black Friday come un messaggio in contrapposizione all’eccesso di consumo nato dall’organizzazione no profit 92Y Street di New York e dalla Fondazione delle Nazioni Unite. Si tratta di una giornata internazionale dedicata al dono inteso come il contributo che ognuno può dare per sostenere progetti di solidarietà a favore delle persone più deboli e del territorio. L’invito è a donare nel senso più ampio del termine, che si tratti di denaro, oggetti, tempo, ma anche di iniziative e promozione. Vi partecipano oltre 55 paesi, da Taiwan alla Russia, alla Tanzania e al Brasile, e in Italia è promosso dall’AIFR, l’Associazione Italiana di Fundraising.

Il nostro obiettivo, infatti, è quello di facilitare le famiglie consentendo loro di avere queste attività vicino senza dover fare spostamenti impegnativi.
– Donatella Jus, referente progetto Palestra Post-Trauma

La Palestra Post-Trauma è uno spazio attrezzato per fare attività motorie riabilitative e di mantenimento destinato a migliorare la vita delle persone che hanno riportato dei danni a seguito di traumi importanti come ictus, infarti, tumori o incidenti, una problematica molto rilevante e in crescita in tutte le società moderne anche a causa degli elevati ritmi di vita e lavoro. La progettazione era stata avviata ancora nel 2019 e tutto era pronto per la prosecuzione dei lavori quando la pandemia da Covid ha interrotto ogni tipo di attività e dirottato i finanziamenti verso altre urgenze legate al virus. Solo con il 2021 il progetto ha ripreso il suo corso, facendo i conti, però, con poche risorse.

La sezione di San Vito al Tagliamento della SOMSI ha già donato 1500 euro per l’acquisto di attrezzature, una donazione che ha permesso la ripresa delle attività. La palestra, infatti, sarà allestita con spalliere, specchi, parallele, tappeti e materassi, piccoli attrezzi, cyclette, tapis roulant e un sollevatore. Avrà, inoltre, in dotazione un lettino bobat e lettini da massaggio e sarà utilizzata da personale qualificato formato da educatori, terapisti occupazionali e fisioterapisti in base alle esigenze della singola persona.

Le attrezzature della palestra sono la dimostrazione e l’effetto concreto della scelta di tantissime persone che, per soli 10 euro all’anno, hanno aderito all’associazione.
– Mariano Polo, presidente SOMSI di San Vito al Tagliamento

«L’idea della palestra – ha spiegato Donatella Jus, referente del progetto, in occasione della donazione di SOMSI – è nato perché ci siamo accorti che ci sono persone costrette ad andare anche fuori regione per poter accedere a questo tipo di servizi. Il nostro obiettivo, infatti, è quello di facilitare le famiglie consentendo loro di avere queste attività vicino senza dover fare spostamenti impegnativi. Dobbiamo considerare, infatti, che spesso si tratta di persone con forti difficoltà di movimento: a volte c’è una carrozzina, serve una macchina attrezzata, servono persone disponibili ad accompagnare, ci sono costi da sostenere anche per il trasporto».

La palestra è inserita nel percorso post-trauma, un servizio che consente di offrire risposte personalizzate alle persone che, a seguito di traumi, hanno conseguenze sul piano fisico e psicologico. «Il percorso post-trauma – prosegue Jus – mette a disposizione della persona, infatti, attività di supporto psicologico, reinserimento sociale, attività laboratoriali e ricreative, valutazioni della capacità intellettiva e tutto ciò che è necessario affinché ognuno possa seguire la propria strada per ritrovare il massimo grado di benessere, per sé e per la famiglia». La palestra è un’attività del percorso post-trauma attivato da Futura: scarica la brochure o scrivi per chiedere informazioni.


Vuoi dare una mano?
Futura è un luogo di solidarietà al servizio della nostra comunità. Tutti possono aiutare e dare una mano alle persone più fragili. Per fare qualcosa puoi fare shopping sul nostro sito dei regali solidali oppure fare una donazione a favore dei percorsi di inclusione sociale. Se sei un’azienda, puoi anche scegliere di affidare un lavoro alla nostra Fabbrica Solidale. Dona ora: con il tuo contributo nessuno sarà più escluso!

Ti è piaciuto l’articolo? Condividi

Come fare solidarietà con… i semi di zucca!

Scopri di più

Riparte la Palestra
Post-Trauma grazie ..

Scopri di più

Videostorie: Federico Bigattin ci racconta la ..

Scopri di più

Tutto pronto per i nuovi Regali Solidali del ..

Scopri di più
Seguici sui social
POR FESR 2014 2020
ATTIVITÀ 1.2a 1 – DECRETO DI CONCESSIONE N.2064/PROTUR DEL 18/06/2018
PROGETTO: GENETICAMENTE DIVERSO: PROCESSO DI INNOVAZIONE SOCIALE SOSTENIBILE
FINALITÀ: implementazione e sperimentazione di modelli di servizi e lavoro inclusivo in risposta all’emergere dei bisogni del territorio. RISULTATI: migliorare gli attuali servizi offerti; ampliare i mercati di riferimento con un’offerta resa più competitiva da una riduzione dei costi di gestione e di produzione e dall’efficentamento del servizio offerto.
SPESA AMMESSA: € 184.543,22
CONTRIBUTO CONCESSO:€ 73.817,29