Altri articoli disponibili su futuracoopsociale.it
News & eventi
Condividi Stampa

Due libri per raccontare Futura: presentazione sabato 16 ottobre

Articolo di Francesca Benvenuto in Cooperativa e territorio - 30 Settembre 2021

Due libri pubblicati da Futura che saranno presentati sabato 16 ottobre, ore 17.30 presso la sede di via Pescopagano della cooperativa sociale Futura. “Sulle mie gambe” è il racconto autobiografico di Paolo Belluzzo. “Ho visto la tua fine” è dedicato ad Alessandro Fabbro, scomparso nel 2019, a causa di un tumore cerebrale, e finanzierà i progetti di ricerca scientifica della Fondazione Celeghin. Alla presentazione sarà presente anche l’autore dott. W. Lee Warren dal Nebraska (USA).    

Prenota ora il tuo posto | Acquista Sulle mie gambe | Acquista Ho visto la tua fine

“Ho visto la tua fine” e “Sulle mie gambe”: sono i due libri pubblicati da Futura che saranno presentati il prossimo sabato 16 ottobre, alle 17.30, presso la sede di via Pescopagano della cooperativa sociale sanvitese. Due storie ma anche due destini che si incrociano in un unico luogo, Futura, che è molto di più di un posto di lavoro o un centro di servizi. A presentarli ci saranno gli stessi autori: Paolo Belluzzo, storico lavoratore con disabilità della coop, e il dott. W.Lee Warren, neurochirurgo del Nebraska in visita in Italia che narra i suoi dubbi tra scienza e fede in un libro la cui traduzione italiana è curata dalla Fondazione Celeghin e dedicata ad Alessandro Fabbro, responsabile produzione di Futura scomparso nel 2019. I due libri saranno presentati in occasione dell’anniversario della nuova sede Futura Factory, il polo di lavoro inclusivo situato in via Gemona, sempre in zona industriale Ponte Rosso. «A un anno di distanza – spiega Gianluca Pavan, presidente di Futura – la cooperativa vuole sottolineare come un luogo di lavoro sia molto di più dei suoi prodotti e servizi, ma rappresenti veramente un incrocio di storie e di emozioni che costruiscono il reale valore dell’azienda».

A un anno di distanza la cooperativa vuole sottolineare come un luogo di lavoro sia molto di più dei suoi prodotti e servizi, ma rappresenti veramente un incrocio di storie e di emozioni che costruiscono il reale valore dell’azienda.
– Gianluca Pavan, presidente di Futura

La presentazione avrà inizio alle 17.30 e si aprirà con un saluto del presidente di Futura Gianluca Pavan che accoglierà gli ospiti e introdurrà i motivi che hanno portato alla pubblicazione dei due libri. Di seguito il dott. W. Lee Warren, insieme a Gabriella Bettio, traduttrice del libro e interprete per l’occasione, presenterà l’edizione italiana del suo libro “Ho visto la tua fine. Lo sguardo di un neurochirurgo sulla fede, il dubbio e le cose che crediamo di sapere”. Sarà accompagnato da Annalisa Celeghin, presidente della Fondazione Celeghin e il ricavato della vendita del libro andrà interamente a sostenere la ricerca scientifica sui tumori cerebrali. La stessa patologia di cui si occupa l’autore e di cui si sono ammalati Giovanni Celeghin, a cui è intitolata la fondazione, e Alessandro Fabbro, a cui è intitolato il reparto di assemblaggio di Futura Factory. «Questo libro è per voi – si legge nella terza di copertina – ovunque voi siate».

A Giovanni Celeghin e Alessandro Fabbro:
questo libro è per voi, ovunque voi siate.
– Dedica dell’edizione italiana di “Ho visto la tua fine” di dott. W. Lee Warren 

La seconda parte della presentazione sarà dedicata alla presentazione di “Sulle mie gambe”, l’autobiografia di Paolo Belluzzo, redattore e impiegato in cooperativa dal 1991, in carrozzina a causa di una disabilità grave fin dalla nascita. Il libro racconta i giorni che hanno preceduto l’operazione di asportazione di un tumore all’esofago attraverso cui l’autore ripercorre la sua vita e il lungo viaggio verso la conquista della propria autonomia, dalla morte della madre alla volontà di scegliere in che direzione compiere ogni singolo passo della propria vita. Capace di andare avanti, cioè, sulle proprie gambe. Il messaggio è chiaro: la disabilità non è un limite alla possibilità di essere se stessi.

«Nonostante tutto ho avuto la possibilità di vivere e di percorrere la strada che ho voluto, di sbagliarla e poi ritrovarla, di arrivare oggi ad avere la voglia di cercare ancora nuove direzioni. Mi è capitato tutto quello che è normale che capiti: diventare grande, perdere i genitori, avere bisogno di una casa, di amici, di aiuto, di andare a scuola e cercare lavoro. Alla fine, mi sono anche ammalato. Una vita normale, no?».
– “Sulle mie gambe” di Paolo Belluzzo 

«È vero che è stato più faticoso per me piuttosto che per una persona che non ha alcuna disabilità, – spiega Paolo Belluzzo nell’introduzione – ma questo non vuol dire che io debba rassegnarmi a raccogliere le briciole. È per questo che mi piacerebbe raccontare la mia esperienza, per me è un po’ come rendere conto di qualcosa che ti è stato affidato. A un certo punto ti viene chiesto: hai fatto buon uso della vita che ti è stata concessa? Mica la rivolgono agli altri quella domanda». A chiudere la presentazione di “Sulle mie gambe” ci sarà un videomessaggio inviato da Don Pierluigi Di Piazza, presidente del centro di accoglienza di Zugliano E. Balducci, da sempre molto vicino a Paolo e che non potrà essere presente di persona all’evento.

Il libro di Paolo Belluzzo è stato pubblicato grazie anche al supporto di alcuni sponsor che hanno sostenuto l’iniziativa: Maglificio MaRe, BCC Pordenonese e Monsile, Consorzio per lo Sviluppo Economico Locale Ponte Rosso Tagliamento, Lito Immagine di Rodeano Alto e Fondazione Friuli. Le vendite andranno a favore dei percorsi di inclusione sociale e lavorativa per persone con disabilità di Futura.

L’evento si terrà nel rispetto della normativa anti-Covid ed è necessario presentare il Greenpass. Per prenotare il proprio posto: https://bit.ly/3lVa4KI
Per richiedere il libro od organizzare una presentazione scrivere a editoria@futuracoopsociale.it, per contattare l’autore scrivere a paolobelluzzo@futuracoopsociale.it


Vuoi dare una mano?
Futura è un luogo di solidarietà al servizio della nostra comunità. Tutti possono aiutare e dare una mano alle persone più fragili. Per fare qualcosa puoi fare shopping sul nostro sito dei regali solidali oppure fare una donazione a favore dei percorsi di inclusione sociale. Se sei un’azienda, puoi anche scegliere di affidare un lavoro alla nostra Fabbrica Solidale. Dona ora: con il tuo contributo nessuno sarà più escluso!

Ti è piaciuto l’articolo? Condividi

Giornata mondiale del Dono per la Palestra ..

Scopri di più

Come fare solidarietà con… i semi di zucca!

Scopri di più

Riparte la Palestra
Post-Trauma grazie ..

Scopri di più

Videostorie: Federico Bigattin ci racconta la ..

Scopri di più
Seguici sui social
POR FESR 2014 2020
ATTIVITÀ 1.2a 1 – DECRETO DI CONCESSIONE N.2064/PROTUR DEL 18/06/2018
PROGETTO: GENETICAMENTE DIVERSO: PROCESSO DI INNOVAZIONE SOCIALE SOSTENIBILE
FINALITÀ: implementazione e sperimentazione di modelli di servizi e lavoro inclusivo in risposta all’emergere dei bisogni del territorio. RISULTATI: migliorare gli attuali servizi offerti; ampliare i mercati di riferimento con un’offerta resa più competitiva da una riduzione dei costi di gestione e di produzione e dall’efficentamento del servizio offerto.
SPESA AMMESSA: € 184.543,22
CONTRIBUTO CONCESSO:€ 73.817,29