Altri articoli disponibili su futuracoopsociale.it
News & eventi
Condividi Stampa

“Oltre il Covid”: arriva il finanziamento del bando POR FESR

Articolo di Francesca Benvenuto in Cooperativa e territorio - 24 Febbraio 2021

14.670 euro finanziati per un progetto di 29.340 euro complessivi dal titolo “Oltre il Covid”: l’obiettivo è ridurre l’impatto della pandemia e potenziare gli strumenti per rendere più efficiente il lavoro e le opportunità di inclusione sociale. Sarà realizzato un impianto di videoconferenza per la sala formazione aperta al territorio e un magazzino digitalizzato a servizio anche del portale e-commerce.

Mascherine, sanificazione, ma anche formazione e magazzino digitalizzato: in altre parole sicurezza dei lavoratori e innovazione tecnologica. Sono questi i due assi di lavoro per cui a Futura sono stati assegnati i finanziamenti del bando POR FESR 2020 relativo al programma di sostegno delle imprese e del territorio. La conferma della commissione valutatrice  ha permesso di dare avvio a progetti che saranno attuati nel corso dell’anno e porteranno a una crescita nelle potenzialità di inclusione sociale e lavorativa della coop sanvitese.

Resistere imparando a essere resilienti è l’imperativo di questo momento. E lo seguiamo ancora più orgogliosi del nostro ruolo di riferimento per il territorio e per le tante famiglie di persone con disabilità, svantaggio o emarginazione che credono in noi.
– Gianluca Pavan, presidente di Futura

Non è un caso, infatti, che lo slogan del filone di finanziamenti europei sia “Opportunità per una crescita sostenibile”, in linea con l’idea di sviluppo sostenibile di Futura: «L’impatto della pandemia è stato devastante e non possiamo sottovalutarne le conseguenze sia in termini economici che sociali. Abbiamo il dovere, però, di trasformarla in un’occasione per migliorare. – spiega il presidente Gianluca Pavan – Questi programmi di sostegno sono importantissimi perché ci danno lo stimolo per andare avanti e non lasciarci immobilizzare dalla paura. Resistere imparando a essere resilienti è l’imperativo di questo momento. E lo seguiamo ancora più orgogliosi del nostro ruolo di riferimento per il territorio e per le tante famiglie di persone con disabilità, svantaggio o emarginazione che credono in noi».

Il progetto complessivo prevede una spesa di 29.340 euro, di questi 14.670 sono finanziati dal bando POR FESR 2014-2020 2.3.c competitività e innovazione tecnologica PMI dedicato al settore manifatturiero. Il titolo proposto da Futura per descrivere le misure previste è “Oltre il Covid” e ha l’obiettivo di sostenere le spese causate dalla pandemia e al tempo stesso sviluppare le potenzialità di lavoro e inclusione sociale. Un’occasione, cioè, in cui il rilancio passa attraverso il sostegno concreto. «Con questo progetto – continua Pavan – andremo a ridurre l’impatto delle spese per i dispositivi di protezione, come mascherine, igienizzante, plexiglass protettivi e gli strumenti di sanificazione degli ambienti di lavoro. Oltre a questo, però, andremo a potenziare il reparto di assemblaggio della Fabbrica Solidale e i sistemi di videoconferenza per la formazione e gli incontri. L’idea è che questi interventi ci consentano di rendere più competitivo il nostro lavoro e, di conseguenza, acquisire nuovi lavori che ci permettono di inserire nuove persone svantaggiate».

È il nostro concetto di innovazione sociale: utilizzare la tecnologia e gli strumenti digitali per creare condizioni reali di benessere e inclusione della fragilità.
Per noi la modernità deve tradursi con la possibilità di non lasciare nessuno indietro.

– Gianluca Pavan, presidente di Futura

Nei prossimi mesi sarà implementato il sistema gestionale con un modulo magazzino che consenta la completa digitalizzazione di tutte le operazioni di movimentazione del materiale sia dei reparti di assemblaggio, grafica e regalistica aziendale sia per le attività del portale e-commerce Geneticamente Diverso che lo scorso anno è stato completamente rinnovato al fine di offrire una migliore accessibilità e vendite on-line più facili. Il magazzino digitale è uno degli elementi principali della raccolta fondi per il progetto Futura Factory, ovvero il polo di lavoro inclusivo dove lavorano 30 persone di cui 14 con disabilità o svantaggio. «È il nostro concetto di innovazione sociale: – spiega ancora il presidente – utilizzare la tecnologia e gli strumenti digitali per creare condizioni reali di benessere e inclusione della fragilità. Per noi la modernità deve tradursi con la possibilità di non lasciare nessuno indietro».  A settembre, inoltre, sarà implementata la sala formazione con un sistema di videoconferenza a distanza da rendere disponibile per corsi di formazione, incontri istituzionali e riunioni, sia per il personale di Futura sia aperta al territorio.


Vuoi dare una mano?
Futura è un luogo di solidarietà al servizio della nostra comunità. Tutti possono aiutare e dare una mano alle persone più fragili. Puoi fare shopping sul nostro sito dei regali solidali oppure fare una donazione a favore dei Progetti inclusivi per la disabilità. Se sei un’azienda, puoi anche scegliere di affidarci un lavoro o sostenere la Fabbrica Solidale diventando partener. Dona ora: con il tuo contributo nessuno sarà più escluso.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividi

Giornata mondiale del Dono per la Palestra ..

Scopri di più

Come fare solidarietà con… i semi di zucca!

Scopri di più

Riparte la Palestra
Post-Trauma grazie ..

Scopri di più

Videostorie: Federico Bigattin ci racconta la ..

Scopri di più
Seguici sui social
POR FESR 2014 2020
ATTIVITÀ 1.2a 1 – DECRETO DI CONCESSIONE N.2064/PROTUR DEL 18/06/2018
PROGETTO: GENETICAMENTE DIVERSO: PROCESSO DI INNOVAZIONE SOCIALE SOSTENIBILE
FINALITÀ: implementazione e sperimentazione di modelli di servizi e lavoro inclusivo in risposta all’emergere dei bisogni del territorio. RISULTATI: migliorare gli attuali servizi offerti; ampliare i mercati di riferimento con un’offerta resa più competitiva da una riduzione dei costi di gestione e di produzione e dall’efficentamento del servizio offerto.
SPESA AMMESSA: € 184.543,22
CONTRIBUTO CONCESSO:€ 73.817,29