News & eventi Condividi

Un prodotto grafico solidale, premiato dalla Milano del Design

Articolo di Giovanna De Caro in Editoria - 13 Ottobre 2016

Riportiamo di seguito l’articolo sul riconoscimento dell’ADI dato al progetto 99infarinate scritto da Claudio Della Rossa, consulente e formatore con più di trent’anni di esperienza nei settori della metalmeccanica, arredo-legno, grafica e distribuzione no food. Futura ha avuto modo di conoscere di recente il dottor Della Rossa durante un’attività di formazione della cooperativa.

Articolo di Claudio Della Rossa – In un’epoca fortemente orientata all’innovazione tecnologica, ai new media e all’interattività, nel settore della carta stampata per una cooperativa sociale, ricevere un prestigioso riconoscimento da parte dell’Associazione per il Disegno Industriale di Milano, non è da poco.

In Futura, questo è il nome della Cooperativa, convivono le anime della solidarietà e delle competenze professionali e si sviluppano le sinergie fra talenti creativi, soggetti “geneticamente diversi”, autori e realizzatori di opere editoriali: queste persone hanno trovato in un originale “format” la sintesi felice del loro impegno.

Come sappiamo in questi anni il settore della grafica e stampa sta subendo importanti trasformazioni, sia nelle formule editoriali, sia con la diffusione dell’e-book, sia nel mondo editoriale.

Tuttavia la ricerca di soluzioni originali ed altamente creative ha stimolato gli addetti del settore nella ricerca e progettazione di prodotti diversificati, arricchiti nei contenuti, nella stampa, nei processi di realizzazione: progetti sempre più customizzati, per venire incontro alle esigenze e fruizioni più disparate.
Una delle soluzioni editoriali insolite, quasi una nuova formula di libro, che ha suscitato interesse da parte dei lettori ed un utilizzo anche scolastico, come stimolo alla consultazione, è stata messa a punto da parte di un pool di operatori della Cooperativa Futura, che ha realizzato una serie di pubblicazioni in formato Box contenenti 100 schede.
Il prodotto editoriale è arricchito di immagini, frutto del contributo creativo ed artistico di persone diversamente abili (o come si vogliono definire nella struttura cooperativa “geneticamente diverse”) che hanno fornito un’impronta personale ad un testo strutturato in termini di domande-risposte.

La lettura e la consultazione risultano particolarmente stimolanti, anche per un lettore che desideri approfondire le proprie conoscenze e curiosità sui temi 1sviluppati in ciascuna scheda.
Un “prodotto grafico” di per sé semplice nella realizzazione, che vede impegnati come creativi i “talenti geneticamente diversi” con schizzi, disegni, pitture, accostamenti cromatici e contributi in sintonia con la “Mission” dell’articolo editoriale; sul piano dei contenuti, il contributo di originalità divulgativa degli autori si coniuga con la formula della domanda-risposta, come risultato di una trasposizione letteraria che rende piacevole e comprensibile la lettura e stimolante l’approfondimento.

I contenuti
E veniamo all’opera segnalata, che ha per titolo “99 infarinate: quando la terra ci dona l’anima” e presenta la farina di grano nel suo straordinario viaggio dai campi alla nostra tavola.
L’autrice, Anna Pantanali, è stata in grado di rappresentare con estrema efficacia quel percorso articolato, per lo più sconosciuto a tutti noi, che parte dalla pianta di grano, al chicco, alla sua semina e raccolta, alla lavorazione nel mulino, al prodotto finale (le farine), alla loro utilizzazione negli impasti per la preparazione dei nostri alimenti quotidiani.

I contenuti sono poi arricchiti sia sul versante salutistico, per contribuire con consigli utili per coloro che soffrono di intolleranze al glutine, sia sul piano gastronomico, fornendo interessanti suggerimenti e ricette per ottenere pizze, paste e dolci, in linea con quanto propongono quotidianamente in TV i grandi cuochi.

La realizzazione del prodotto

La realizzazione delle “99 infarinate”, data la dimensione ed i caratteri del prodotto e la piccola tiratura iniziale, precludevano la possibilità di industrializzare il processo di produzione: quindi a valle del processo di stampa, l’allestimento e la confezione hanno richiesto un grande contributo di manualità; ma l’impegno di tutti i “geneticamente diversi”, ha permesso la realizzazione di un piccolo capolavoro di arte grafica.
Le “99 infarinate” hanno infine trovato uno sponsor nel Molino Moras di Palmanova; l’azienda ha promosso il prodotto editoriale presso la propria clientela, valorizzandone l’originalità e l’impegno di tutti, dimostrando la propria sensibilità sul piano sociale e di solidarietà verso una Struttura Cooperativa.
Futura è un’organizzazione Onlus, che coinvolge e responsabilizza un numero elevato di risorse umane del territorio, spesso dando significato ad esistenze meno fortunate di noi, aiutando così le loro famiglie.

Per concludere, un riconoscimento meritato, sul piano dell’originalità della formula editoriale, nella qualità della realizzazione, nell’attualità dei contenuti: ma non ultimo, il valore sociale che questo piccolo lavoro è espressione.
L’invito quindi, a tutti i lettori del presente articolo, a richiederne copia, contribuendo con una spesa di € 9,90 ai programmi della Cooperativa Futura Onlus, presso la quale è possibile trovare tutte le precedenti edizioni della collana 99 Domande.

SCHEDA PRODOTTO
TITOLO
99 Infarinate: Quando la terra ci dona l’anima
A CURA DI
Anna Pantanali e Patrizia Geremia
EDITORE
Molino Moras, Palmanova (UD)
Futura Cooperativa Sociale ONLUS, San Vito al Tagliamento(PN)
TIPOLOGIA
Libro Gioco in Scatola
FORMATO
Box cm 9,5 x 7,5 x 3,5
MATERIALI
Schede pagine carta UMP-FINE 250 gr/m2
Scatola copertina carta Solida A/S 320 gr/m2
STAMPA
Offset con plastificazione opaca
STAMPATORE
Tipografia Mascherin; Cusano di Zoppola (PN)
PARAMETRI
Prodotto editoriale su schede che descrivono un percorso completo del ciclo agroalimentare, dalle tecniche di coltivazione e lavorazione molitoria alla produzione di farine, alle ricette.
ADI INDEX 2016
Realizzazione: Associazione per il Disegno Industriale Milano
L’ADI riunisce dal 1956 progettisti, imprese, ricercatori, insegnanti, consulenti, giornalisti attorno ai temi del design: progetto, consumo, riciclo, formazione.
Promuove e contribuisce ad attuare, senza fini di lucro, le condizioni più appropriate per la progettazione di prodotti e servizi, nella comunicazione, nel pakaging, nell’architettura d’interni.
L’ADI DESIGN INDEX è la pubblicazione annuale dell’Associazione che raccoglie il miglior design italiano messo in produzione, selezionato dal proprio Osservatorio.
Udine 16 novembre 2016

Per maggiori informazioni:
Dott. Claudio Della Rossa
www.dellarossaconsulenze.it
claudio@dellarossaconsulenze.it

Ti è piaciuto l’articolo? Condividi

Dallo smartworking alla mancanza di contatto: ..

Scopri di più

Un nuovo servizio per il territorio: ..

Scopri di più

Futura: “Attivi tutti ai disabili”

Scopri di più

Io, disabile, lavoro in smartworking: grazie ..

Scopri di più
Seguici sui social
POR FESR 2014 2020
ATTIVITÀ 1.2a 1 – DECRETO DI CONCESSIONE N.2064/PROTUR DEL 18/06/2018
PROGETTO: GENETICAMENTE DIVERSO: PROCESSO DI INNOVAZIONE SOCIALE SOSTENIBILE
FINALITÀ: implementazione e sperimentazione di modelli di servizi e lavoro inclusivo in risposta all’emergere dei bisogni del territorio. RISULTATI: migliorare gli attuali servizi offerti; ampliare i mercati di riferimento con un’offerta resa più competitiva da una riduzione dei costi di gestione e di produzione e dall’efficentamento del servizio offerto.
SPESA AMMESSA: € 184.543,22
CONTRIBUTO CONCESSO:€ 73.817,29